ITINERARIO per Fano nei luoghi che raccontano la FAMIGLIA TORELLI

La famiglia Torelli è una storica famiglia medievale italiana.

Inizialmente nota famiglia ferrarese su cui prevalgono gli Este nella lotta per il predominio della città.

In seguito si divide in rami.

Secondo le cronache Viviano Torelli giunse a Fano da Parma nel XIII secolo.

Oggi la famiglia è estinta.

231) Pinacoteca Civica, nel Palazzo Malatestiano, Piazza XX Settembre. La Pinacoteca Civica accoglie alcuni ritratti di personaggi illustri della famiglia Torelli e dodici quadretti ad olio che raffigurano alcune scene teatrali di Giacomo Torelli. I quadretti e i ritratti, di G. Torelli e la moglie, a fine '800, sono stati donati, ai Musei Civici dal conte Gregorio Tomani Amiani che li aveva ereditati dai Torelli.

42) Teatro della Fortuna, Foyer Torelli, Piazza XX settembre. In questo luogo Giacomo Torelli realizzò il Teatro della Fortuna nel 1677, sostituendo la Sala della Commedia presente nell'ex palazzo del Podestà. Fano si dotò allora di una struttura che sarebbe stata esempio per tutta Europa.

 

 

 

1103) San Pietro in Valle, Via Nolfi. Nella originaria costruzione della splendida chiesa seicentesca di S.Pietro in Valle venne battezzato Giacomo Torelli, importante esponente della famiglia.
Il famoso scenografo, a cui è intitolato il Liceo Scientifico della città viveva in via dei Forestieri, accanto alla chiesa, sulla sinistra rispetto alla facciata.
G.Torelli e sua moglie sono sepolti nella seconda cappella a sinistra di S. Pietro in Valle.

94) Biblioteca Federiciana. Qui sono conservati  due libretti in-folio che G. Torelli volle arricchiti con incisioni delle sue scenografie. Si conservano inoltre disegni del  XVII-XVIII secolo del Teatro della Fortuna.

85) Palazzo Torelli. Via Giacomo Torelli. Palazzo della famiglia. Nel palazzo di via Giacomo Torelli visse Paolo Torelli, nel XVII secolo gonfaloniere della città.

76) Palazzo Torelli, Piazza Antonio Costanzi. L'edificio rispetto all'originale è stato sopralzato di un piano da Evangelista Torelli e dal nipote Torello Torelli. La facciata realizzata dall'architetto Baldini è in stile neoclassico. La piazza è dedicata ad Antonio Costanzi, padre di Camilla Costanzi, che sposò Giovanni Antonio Torelli. Dalla coppia nascerà Lelio Torelli.

67) Pinacoteca di San Domenico, P.zza Amiani. L'interno dell'edificio, modificato agli inizi del Settecento dal fanese Francesco Gasparoli, probabilmente segue il disegno autografo di Giacomo Torelli per una prospettiva scenica.

8) Chiostro di Sant'Agostino, Via Vitruvio.

5

Nelle lunette del chiostro rinascimentale si conservano affreschi dell'artista pesarese G. C. Begni, raffiguranti la vita di Sant'Agostino, eseguiti intorno al 1640 con il finanziamento delle nobili famiglie fanesi.


 

 

11